Un tuffo a Capri: la semplicità del cibo vista mare


Capri è un cielo stellato, tanto luminoso da rischiarare ogni notte nera. È un bacio dato in estate, quando le sensazioni sono amplificate. È il sole caldo, anche d’inverno. È una barca che scivola silenziosa sull’acqua limpida. È sapori semplici, che si tramandano di generazione in generazione.

Emersa da un mare profondo, la sua costa è tendenzialmente ripida e, a tratti, inaccessibile. Le tante e suggestive grotte offrono il modo di scoprirla nelle viscere e osservarla dal punto di vista più coinvolgente. Capri fu molto amata dai Romani: l’imperatore Augusto costruì una villa ai piedi del monte Solaro e Tiberio ne fece la sua dimora preferita edificandovi dodici ville, di cui una dedicata a Giove. Isola aristocratica ed elegante, vanta una cucina popolare che ispira soprattutto al mare. Anche i suoi vini, prodotti soprattutto da vitigni come greco, falanghina e biancolella, non sono pretenziosi.

Cosa assaggiare a Capri

Le acque pescose in cui giace Capri offrono tutto (o quasi) quello di cui ha bisogno un gourmand. Crostacei da cuocere nella maniera più semplice: alla brace. Calamari ripieni: morbidi e dal sapore dolce e piccante. Ma a fianco dei prodotti che profumano di salsedine, ci sono quelli tipici della tradizione contadina: la caciotta sorrentina che si trova nel ripieno dei ravioli tipici, da mangiare conditi con pomodoro fresco o fritti, per una versione più sfiziosa. E la mozzarella, che abbinata ai succosi pomodori locali forma la celebre insalata caprese: se pensate che sia un piatto troppo banale, provate ad assaggiarlo direttamente in loco e vi ricrederete. Semplicemente “caprese” si chiama invece la tipica torta a base di mandorle e cioccolato: dovreste provarla tiepida, seduti di fronte al mare, il suo sapore solo così diventa davvero unico ma potete provare a farla anche a casa.

Torta caprese: ricetta

Ingredienti: 350 g mandorle tritate, 200 g burro, 200 g zucchero, 4 uova, 200 g cioccolato fondente

In una ciotola lavorare il burro a temperatura ambiente e lo zucchero, aggiungendo successivamente i tuorli delle uova. Aggiungere le mandorle tritate, il cioccolato fondente sciolto a bagnomaria e gli albumi montati a neve. Versare il composto in una tortiera rotonda, dopo aver imburrato e infarinato il fondo. Cuocere in forno a 160°C per circa 45 minuti.

Info utili

Quando andare: il clima mite di Capri la rende una meta adatta a qualsiasi periodo dell’anno.

Come andare: l’isola è raggiungibile via mare, partendo da diverse località come Napoli, Sorrento, Salerno, Amalfi e Positano. Se prenotate online i traghetti per Capri evitate il rischio di non trovare i biglietti e magari scovate offerte vantaggiose.

Perché andare: per la Grotta Azzurra, i faraglioni, la Piazzetta, la Grotta Verde, la Scala Fenicia, la Via Krupp. Oltre al cibo, naturalmente.