Quattro tazze di tempesta: il potere magico del tè in un romanzo


Quattro tazze di tempesta è un romanzo che racconta due cose di cui non potrei privarmi: le amiche e il tè. Senza le prime non avrei potuto superare le mie di tempeste e, senza il secondo, non saprei come scaldarmi in inverno e accendere la fantasia mentre scrivo.

Conosco Federica Brunini da qualche anno, ormai, e la ritrovo in tanti dettagli dei personaggi di questo libro. Dettagli che rimarranno tra me e la scrittrice, naturalmente, ma che forse mi hanno fatto sorridere o commuovere qualche volta di più.

La storia

Viola cerca rifugio dal dolore per la perdita del marito nel Sud della Francia, dove gestisce una piccola sala da tè insieme alla fidata collaboratrice Azalée e la dolce cagnolina Chai. Ogni anno, in occasione del suo compleanno, le tre amiche storiche – Chantal, Mavi e Alberta – si riuniscono nella sua splendida casa, circondata dai campi di lavanda, per condividere storie di amori, di vita e… qualche tempesta. Quattro donne che hanno fatto scelte diverse e che si completano a vicenda. Ma come in ogni rapporto, arriva il giorno in cui il cielo si oscura e i tuoni fanno tremare i vetri della sicurezza e dell’affetto, mentre le foglie di tè si spargono per terra come i cocci di un piatto rotto per rabbia e dolore.

Un tè per amico

Limpido o torbido, verde paglierino, scuro come la terra bruciata al sole, rosso come le foglie d’autunno, caldo come il fuoco di un camino, ma anche freddo come un brivido. Il tè, quello buono, è una bevanda preziosa e antica dalle mille proprietà e Federica, in Quattro tazze di tempesta, ne parla come di un amico che sa consigliare e consolare. Ne esistono migliaia di tipi differenti, così come esistono donne dalle infinite sfaccettature. Il tè, come la donna, è accogliente, sa confortare e far meditare: ogni tazza è un infuso di cuore. Il mio tè preferito? Il Green Litchi, che nel libro viene utilizzato nel dolce di compleanno di Viola: torta al cioccolato bianco con ripieno di vaniglia e, appunto, tè verde al litchi.

Il libro

Questo romanzo racconta il mondo femminile con tutte le sue sfaccettature e incongruenze. Travolge come una marea, ma avvolge come un abbraccio. È una lettura che scorre veloce fino all’ultimo capitolo, quando il lettore frena all’improvviso per non permettere che finisca così in fretta. Attraverso le tante metafore, insegna molto sulle donne e alle donne: perseguire i propri sogni, imparare ad apprezzarsi sempre, avere fiducia in se stesse (e negli altri), il potere del perdono e dell’amicizia. Nulla di banale, sia chiaro. Tutto è raccontato con la sensibilità di una donna che ha saputo affrontare il mondo e la semplicità che pochi, come Federica, sanno trasformare in profondità e intimità.

Una tempesta, prima o poi, travolge tutti. Tanto vale imparare a ballare tra vento e nuvole. E se si è in compagnia di buone amiche, ci si riesce anche meglio.

Quattro tazze di tempesta | Autore: Federica Brunini | Editore: Feltrinelli (collana: I narratori) | Pagine: 224 | Prezzo: 15 €

Infine, se vi piace sperimentare, non perdete Le Ricet-tè: gustosi menu a base di tè, sempre scritto da Federica Brunini, dove trovare ricette ispirate al romanzo.