Natale in Olanda: sapori e qualche curiosità


Ho scoperto l’Olanda solo da qualche anno e me ne sono subito innamorata. Per prima ho visitato Rotterdam, affascinante e vitale città del design, poi la più nota e molto frequentata Amsterdam, di cui ho amato i musei e le passeggiate lungo i canali. Successivamente ho conosciuto l’elegante Utrecht, la blu Delft e l’aristocratica Den Haag – meglio conosciuta come l’Aja – e, ogni volta, mi è rimasto il desiderio di tornare ancora molte volte.

amsterdam
Come in tutto il Nord Europa, anche in Olanda il Natale è molto sentito. La neve, che normalmente scende copiosa, rende tutto ovattato creando l’atmosfera perfetta.
In questo periodo le bancarelle lungo le strade vendono dolci delizie che gli olandesi comprano prima di rientrare a casa dal lavoro. Un esempio sono gli oliebollen – letteralmente “palle di olio” – che assomigliano ai nostri bomboloni fritti, ma di dimensioni più piccole. Vengono farciti con uvetta e ribes e cosparsi di zucchero a velo. Per tradizione, durante le festività natalizie gli oliebollen vengono serviti con caffè bollente. Ottimi caldi, sono buoni anche freddi con un’aggiunta di zucchero a velo.

canale

In verità, la festività che in Olanda viene maggiormente celebrata è San Nicola, che ricorre nella notte tra il 5 e il 6 dicembre in onore del santo protettore dei bambini.
Nacque vicino all’attuale città turca di Antalya tra il 280 e il 342, ma non si conoscono molti dettagli sulla sua vita. Se ne sa talmente poco che la sua figura è diventata nei secoli leggendaria. Questo personaggio, infatti, in Olanda si chiama Sinterklaas e arriva dalla Spagna – dove vive nel resto dell’anno – a metà novembre a bordo di un cavallo bianco, Amerigo, e riparte il 5 dicembre, dopo aver riempito di dolci e regali le scarpe che i bimbi lasciano fuori dall’uscio di casa.

olanda-formaggi

Un’altra specialità che non può mancare a dicembre in Olanda sono i kerstkransjes – che letteralmente significa piccole ghirlande di Natale -; sono tradizionali biscotti al sapore di vaniglia decorati con mandorle e modellati in varie forme. In generale, però, in tutte le varianti presentano un buco centrale per poter essere appesi all’albero.

I kipperragut, infine, sono una sorta di voul-a-vent ripieni di carne, che troneggiano su tutte le tavole natalizie olandesi. Deliziosi come antipasto e facili da preparare.

E ricordate: Brengt St. Nicolaas ijs, dan brengt Kerstmis regen. Ovvero: se San Nicola porta ghiaccio, Natale porta pioggia. Quindi, preparate sciarpa e ombrello!